Ciuffetta con il piccolo Martino

 

Onoterapia

Onoterapia (pet therapy tramite l’asino):

L’asino ha orecchie lunghe lunghe, occhi grandi, dolci e buoni, tanto pelo ed è simpatico e calmo…sembra quasi un peluche. Dona percezioni tattili piacevoli: il contatto col calore del suo corpo, col suo pelo, il suo muso, con le labbra che afferrano il cibo dalla mano facendo quasi il solletico, con il fiato caldo….

Tutte queste caratteristiche lo rendono molto simpatico ed attraente sia per gli adulti, che per i bambini: anche se decisamente più grande di questi ultimi, solitamente non incute paura.  

Questo lo rende particolarmente adatto per  l’educazione e la rieducazione di quelli problematici, portatori di handicap fisici o di disturbi psicologici o dello sviluppo.

Per ogni bambino viene progettato  insieme ad uno psicologo e in accordo con la famiglia e con il medico che lo segue abitualmente, un  percorso specifico per le sue esigenze (per l’educazione o la rieducazione). Un operatore lo seguirà nei vari incontri, permettendo un graduale approccio all’asino.

L’onoterapia è una cooterapia, è un supporto molto valido alle terapie convenzionali:  attraverso l’interazione con l’asino il bambino raggiunge risultati più rapidi e più efficaci rispetto a quelli che potrebbe avere solo con la presenza dello psicologo o psichiatra all’interno in uno studio. La presenza dell’asino rilassa, rassicura e toglie quelle barriere relazionali e resistenze che facilmente si creano davanti ad una persona . L’asino è così un acceleratore di emozioni, un facilitatore delle terapie.  In alcuni casi è stato possibile ridurre drasticamente la dose del farmaco, fino anche a sospenderlo.

Chi può beneficiare di questi interventi:

  • Bambini: tutti i disturbi dell’apprendimento (DSA) e del linguaggio, iperattività (ADHD), autismo, difficoltà nell’appendimento, ritardi, stati di depressione, disturbo d’ansia, abbandono e privazioni affettive, handicap fisici….
  • Adolescenti: il bullismo, la necessità di costruirsi un sé positivo, di strutturare un’immagine mentale di sé come soggetto che sa fare, che è accettato, che ce la fa. (autostima). Tutti i disturbi considerati nel bambino.
  • Adulti: con tutte le problematiche precedenti, o semplicemente con la voglia di migliorare se stessi (onowellness).
  • Anziani: depressione…
  • Patologie: quali cardiopatie e ipertensione indotti dallo stress; ospedalizzazione.
  • Detenuti

 Disegni, coccole, carezze, passeggiate,  percorsi alla longhina, messa in sella sull’asino….ognuno avrà  il suo percorso specifico!